Crea sito

Chrome Archive

avatar
0

Chrome fotografa il caricamento delle pagine Web

Le ultime versioni di Chrome dedicate agli sviluppatori includono una nuova funzionalità pensata per facilitare il debugging di un sito Web, un’opzione che permette di seguire passo dopo passo il rendering di una pagina per valutare le ottimizzazioni da apportare al codice sorgente o ai framework utilizzati.

La funzionalità “Filmstrip” è disponibile su Chrome Canary e, una volta abilitata, è in grado di mostrare uno screenshot incrementale per ogni fase del processo di rendering di una pagina; in questo modo uno sviluppatore può osservare il comportamento del codice nel tempo intercorso tra la connessione al server e il …

The post Chrome fotografa il caricamento delle pagine Web appeared first on Edit.

Read More…

avatar
0

Chromium, problemi per l’estensione binaria su Linux

Google si trova costretta ad affrontare nuove polemiche provenienti dal mondo del Pinguino, e questa volta la questione riguarda il download automatico dell’estensione “Chrome Hotword Shared Module” sul browser Chromium.

Chromium è la base Open Source da cui gli sviluppatori ricavano il browser proprietario Chrome, ed è ovviamente disponibile anche sui sistemi FOSS (Free Open Source Software) come Linux distribuito con tanto di codice sorgente concesso sotto licenza permissiva.

Per quanto riguarda il modulo sopraindicato, però, Mountain View si limita a distribuire solo i binari senza allegare alcun sorgente; il download e l’installazione su …

The post Chromium, problemi per l’estensione binaria su Linux appeared first on Edit.

Read More…

avatar
0

Come sincronizzare i preferiti tra Chrome, Firefox, Internet Explorer e Safari [Xmarks][EverSync]

Salve community, se come me avete installato più di un browser per la navigazione sul web, e ogni volta utilizzate un browser diverso avrete molto probabilmente delle liste diverse dei vostri siti web preferiti su ogni browser. In questo passaggio, ossia da un browser all’altro, la migliore soluzione per sincronizzare i preferiti dei diversi browser, è l’estensione Xmarks.

I segnalibri rimarranno aggiornati indipendentemente dal browser che si sta utilizzando, quindi se ad esempio durante la navigazione sul web si aggiunge un sito ai preferiti di Chrome, questo automaticamente verrà aggiunto anche negli altri browser. Xmarks permette anche di creare diversi profili di sincronizzazione per i segnalibri in base alla loro rilevanza. Quindi è possibile creare gruppi di siti preferiti separati, quindi per ad esempio creare un gruppo dove memorizzare siti preferiti legati al lavoro e un altro per i segnalibri personali.

Un altro strumento per avere sincronizzati i vostri preferiti tra browser è EverSync, che appunto permette di avere gli stessi segnalibri su browser diversi e computer diversi. È possibile quindi avere una lista sempre aggiornata, su qualsiasi dispositivo, della nostra lista di preferiti. Che ne pensate?

Read More…

avatar
0

Microsoft Skype per Web disponibile anche per Linux

Microsoft ha attivato Skype for Web anche in Italia, soluzione disponibile anche per Linux con però alcune restrizioni.

Microsoft Skype fpr Web
Sono molti gli utenti che ogni giorno utilizzano Skype, famoso servizio targato Microsoft che ci consente di chattare o chiamare gratuitamente i nostri amici utilizzando la connessione internet. Skype viene attualmente utilizzato anche dagli utenti Linux grazie al client dedicato, soluzione che potrebbe essere in futuro abbandonata grazie al nuovo Skype for Web. Skype for Web (da poco disponibile anche per gli utenti italiani) consente di poter accedere e utilizzare Skype direttamente dal proprio browser senza dover installare nessun client. Il servizio web di Skype è ancora in fase di sviluppo, in futuro oltre a supportare i principali web browser includerà anche tutte le funzionalità integrate nel client ufficiale.

Continua a leggere…

Read More…

avatar
0

Slimjet browser basato su Chromium per Linux e Windows

Vi presentiamo Slimjet, web browser basato su Google Chrome / Chromium dotato di caratteristiche molto simili a Iron.

Slimjet in Ubuntu
Google Chrome è attualmente uno dei web browser più conosciuti ed utilizzati al mondo. Il successo del browser targato Google è dovuto a molti fattori, tra questi anche l’ottima velocità e le tante funzionalità incluse sviluppate grazie alla versione open source denominata Chromium e presente nei repo ufficiali delle principali distribuzioni Linux. Da Chromium si basano molti altri web browser (che includono modifiche varie all’interfaccia grafica, nuove funzionalità ecc) tra questi troviamo anche Opera, Iron e ora anche Slimjet. Slimjet è un web browser
che punta a rendere ancora più completo e funzionale Google Chrome mantenendo lo stesso supporto per estensioni, temi, plugin di terze parti ecc.

Continua a leggere…

Read More…

avatar
0

Chrome per Android diventa Open Source

Gli sviluppatori di Mountain View hanno reso nota l’integrazione quasi completa del codice sorgente del browser Chrome per il sistema operativo Android su Chromium, quest’ultimo è infatti il progetto implementato sotto licenza Open Source che sta alla base dell’applicazione per la navigazione Web di Google e della piattaforma Chrome OS realizzata dalla stessa casa madre; sempre a partire da Chromium, e per via della sua licenza d’uso, sono stati sviluppati numerosi progetti di terze parti quali Comodo Dragon, Orbitum e Vivaldi.

Grazie a questa iniziativa viene rimosso un limite che fino ad ora coinvolgeva il noto browser per il …

The post Chrome per Android diventa Open Source appeared first on Edit.

Read More…

avatar
0

La versione “dev” di Chrome è anche su Android

Google ha recentemente annunciato la disponibilità della versione “Dev” del browser Chrome anche su sistema operativo Android, un modo per testare i siti Web con l’ultimissima release del codice del progetto Chrome/Chromium e per fornire utili feedback a Google stessa.

Chrome Dev si scarica da Play e si installa come una App qualsiasi, ma quest’ultima potrà essere utilizzata con le altre versioni del browser Web (e soprattutto quella stabile) sullo stesso dispositivo. Mountain View promette di fornire accesso alle funzionalità più recenti di Chrome, anche se avverte che il test potrebbe essere tutto fuorché esente da problemi.

Come già …

The post La versione “dev” di Chrome è anche su Android appeared first on Edit.

Read More…

avatar
0

Google velocizza la trasmissione dei dati grazie a QUIC

Il colosso dell’advertising torna a parlare di QUIC, il nuovo protocollo di trasmissione dei dati su comunicazioni HTTP basato su pacchetti UDC invece che il solito standard TCP. Gli ultimi test prestazionali confermano: le connessioni gestite con QUIC sono sensibilmente più veloci.

L’utilizzo di QUIC si dimostra particolarmente proficuo nelle comunicazioni sensibili alla latenza, spiega Google, soprattutto quando entra in gioco la cifratura tramite certificati TLS. Tutto considerato la trasmissione dei pacchetti di dati tramite UDP/QUIC arriva a essere tre volte più veloce rispetto all’accoppiata TCP-TLS.

Il vantaggio principale di UDP, il protocollo alla base di QUIC, consiste …

The post Google velocizza la trasmissione dei dati grazie a QUIC appeared first on Edit.

Read More…

avatar
0

Chrome viene aggiornato alla versione 42.0.2311.47

Nuovo aggiornamento per Chrome. Novità nella versione 42.0.2311.47 • Naviga e cerca più velocemente. Accedi rapidamente alla Ricerca vocale e apri nuove schede dalla Visualizzazione odierna… Continua…

L’articolo Chrome viene aggiornato alla versione 42.0.2311.47 sembra essere il primo su .

Read More…

avatar
0

Chrome 42, plug-in NPAPI sempre più bloccati

Google ha rilasciato una nuova versione stabile del browser Chrome, una release che si segnala soprattutto per l’implementazione del blocco automatico del componenti aggiuntivi basati sulla tecnologia nota come Netscape Plugin Application Programming Interface (NPAPI).

L’interfaccia NPAPI risale agli albori del Web moderno, e Google ha già da tempo delineato il piano che intende seguire per eliminare in via definitiva il supporto a una tecnologia così arcaica sui browser di Rete.

La prima fase, implementata a gennaio su Chrome 40, consisteva nel bloccare l’esecuzione dei plug-in NPAPI dando però all’utente la possibilità di abilitarli in caso di …

The post Chrome 42, plug-in NPAPI sempre più bloccati appeared first on Edit.

Read More…

avatar
0

ARC Welder le app Android su PC

Grazie alla nuova estensione per Chrome denominata ARC Welder potremo avviare le applicazioni Android in Linux, Windows e Mac, ecco come fare…

Gli sviluppatori Google hanno deciso di rendere disponibili le applicazioni native per Android anche in Chrome OS e normali personal computer. Questa funzionalità consenterà agli utenti di poter utilizzare le proprie app preferite da qualsiasi dispositivo, funzionalità che sarà disponibile anche nelle future versioni di Ubuntu e in Windows 10. E’ già possibile avviare le applicazioni di Android su pc Linux, Windows e Mac grazie alla nuova estensione denominata ARC Welder con la quale potremo facilmente rendere avviabile in Chrome una normale app per Android.

Continua a leggere…

Read More…

avatar
0

Google rimuove le estensioni malevole per Chrome

L’azienda di Mountain View ha annunciato di aver eseguito un nuovo repulisti generale sullo store degli add-on per Chrome, browser Web che è anche alla base di un sistema operativo Internet-dipendente (Chrome OS) e che in alcuni casi fornisce più di una possibilità di business a malintenzionati e cyber-criminali.

In totale, Google sostiene di aver eliminato 192 estensioni classificabili come malevole dallo store di Chrome, un numero non particolarmente alto che però corrisponde a ben 14 milioni di utenti inconsapevoli che hanno installato gli add-on.

Le estensioni messe al bando erano in grado di inserire advertising indesiderato …

The post Google rimuove le estensioni malevole per Chrome appeared first on Edit.

Read More…

avatar
0

Firefox e Google Chrome chiudono ai siti cinesi: troppo pericolosi!

Chrome chiude alla navigazione dei siti cinesi; troppe falle, troppo pericolosi!

Forte decisione quella presa da Google che ha deciso di utilizzare il pugno di ferro con la China Internet Network Information Center (CNNIC).
Questo è l’ente che si occupa della gestione dei domini e degli indirizzi IP certificati nel grande paese asiatico, definito ormai non più affidabile dopo la scoperta di possibili falle in grado di attirare malintenzionati. Google ha così deciso che dalla prossima versione del suo browser Chrome migliaia di siti web non risulteranno più navigabili come prima, se non attraverso una miriade di messaggi di allerta che ci avviseranno del pericolo che corriamo nel visitare tali siti.

La faccenda non è tuttavia da inquadrare come una sola battaglia a due, a sostenere questa causa arriva quest’oggi anche Mozilla che annuncia simili provvedimentidal primo aprile, utilizzando anche il browser Firefox, riceveremo delle notifiche di pericolo qualora tentassimo di accedere ad uno dei siti certificati dalla CNNIC. Praticamente tutti quelli che cominciano con ‘https://’ e finiscono con ‘.cn’.
La CNNIC si è già espressa sulla decisione di Google affermando che la mossa è ‘inaccettabile e incomprensibile’, nessuna reazione è stata invece registrata oggi dopo le dichiarazioni di Mozilla. Se la cosa venisse confermata, la Cina dovrà fare i conti con un ovvio calo del traffico su questi siti, d’altronde Chrome possiede quasi il 50 percento di share e Mozilla Firefox, terzo browser, raccoglie circa il 16.9 percento delle quote di mercato, in mezzo Microsoft con il suo Internet Explore al 18 percento (dati Statcounter).

Cosa farà adesso MicrosoftSe il pericolo di attacchi ‘man-in-the-middle’ è reale anche la casa di Redmond dovrà prendere provvedimenti, chissà che i due giganti statunitensi (Google e Microsoft) non decidano di mettere da parte l’ascia di guerra e allearsi contro la ‘Cina digitale’…
Fonte
Da non Perdere

Ecco come migliorare in modo incredibile la leggibilità delle pagine Web utilizzando un’estensione per Chrome e Firefox



Read More…

avatar
0

Se la tua ADSL non funziona, scopri cosa non va e risolvi direttamente con Chrome !!

Chrome estensioneADSL non funziona? Scopri cosa non va e risolvi con Chrome.


Post Aggiornato.

Quando la ADSL non è in “forma” la nostra connessione ad Internet funziona ad intervalli e i siti che visitiamo di solito si aprono lentamente o ancora peggio, sono diventato irraggiungibili.

Se abbiamo provato a risolvere il problema controllando i vari dispositivi  e la configurazione di rete del computer senza riuscire a risolvere il problema, spesso non ci rimane che ricorrere al supporto tecnico offerto dal servizio clienti dei provider.

Da non Perdere: 

Ecco come migliorare in modo incredibile la leggibilità delle pagine Web utilizzando un’estensione per Chrome e Firefox.

Per non farci trovare impreparati alle domande dell’operatore del call center e spiegare al meglio l’errore relativo al disservizio, possiamo utilizzare un apposito plug-in di Google Chrome che ci consente di testare a fondo la connessione Internet e rilevare eventuali problemi sulla linea ADSL.
Vediamo come funziona e come utilizzarlo.

  1. Avviamo Google Chrome e colleghiamoci al Chrome Web Store per scaricare il plug-in Diagnostica della Connettività Chrome, il link per il download è disponibile nel box fondo pagina.
  2. Clicchiamo quindi su +, effettuiamo il login con il nostro account Google e premiamo Accedi, subito dopo premiamo su +GRATIS e confermiamo con Aggiungi. Chiudiamo la scheda, torniamo a quella aperta e premiamo Avvia.


Leggi anche: ublock per Chrome; e blocchi definitivamente la pubblicità invasiva e pericolosa sul browser.

■ A questo punto partirà il test della connessione; verrà eseguita per la nostra connessione Internet la batteria di test previsti dall’estensione. 
■ Questa operazione, molto accurata, può richiedere anche alcuni minuti e, una volta terminata, verrà visualizzato un messaggio che indica se è stato o meno rilevato qualche problema (tali problemi verranno indicati da un punto esclamativo rosso).
■ Per visualizzare i dettagli di ogni test fallito clicchiamo sulla voce corrispondente. Con un clic su Mostra i log possiamo accedere ad ulteriori informazioni da comunicare all’operatore. Per conoscere invece i test superati, clicchiamo sulla rotellina e scegliamo Mostra test superati.
■ In qualunque momento, anche senza aprire Chrome, possiamo eseguire una diagnostica della connessione. Basta fare doppio clic sull’icona Avvia applicazioni di Chrome sul Desktop (se abbiamo disconnesso l’account clicchiamo su Accedi ed effettuiamo il login) e clicchiamo su Diagnostica.

Nome: Diagnostica della Connettività Chrome
Sviluppatore: Chrome.Google.com
Prezzo: Gratis

Clicca per Scaricare e Installare

Da non Perdere:

Twerk; converte i migliori APK Android in estensioni/app per Chrome, da avere assolutamente!

Read More…

avatar
0

Cancellare cronologia iPad da Chrome (Guida)

Sei stufo che ogni tal volta tua moglie, i tuoi figli o peggio ancora i tuoi amici controllano cosa stavi cercando con il tuo iPad sbirciando la cronologia? Tranquillo, come…

The post Cancellare cronologia iPad da Chrome (Guida) appeared first on MobileOS.it.

Read More…